Calciomercato LIVE

Palazzolo, Gaetano Favara candidato alla panchina gialloverde

Gaetano Favara
Gaetano Favara

Il Palazzolo Calcio è pronto a ricominciare per affrontare al meglio la prossima stagione. I gialloverdi, però, freschi di retrocessione e di alcuni problemi societari, che hanno rischiato di compromettere l'iscrizione della squadra al campionato, ripartiranno dal campionato di Eccellenza Sicilia, ovvero la massima competizione calcistica regionale, con la squadra e lo staff pronti a lavorare sodo per ritornare subito nel massimo campionato dilettantistico.

Graziano Cutrufo, presidente del Palazzolo, intervistato al quotidiano "La Sicilia" si è espresso al riguardo:

"Perché sono legato a Palazzolo, ne ho parlato con alcuni dirigenti, e alla fine penso sia giusto andare avanti, anche perché, al pari del Rosolini, siamo l'unica rappresentante siracusana nel massimo campionato regionale".

Il presidente, per amor della città e della squadra gialloverde, è pronto a ripartire, carico di nuovi stimoli. Nuovi stimoli che hanno fatto si che il patron parlasse, come riporta "La Sicilia", nel suo quartier generale all'Ognina Sun & Food con Graziano Strano e Gaetano Favara. I due in questione dovrebbero, in quanto ancora nulla di ufficiale, essere, rispettivamente, il nuovo direttore generale e il nuovo allenatore.

Favara, da sempre vicino alla famiglia Cutrufo, è un allenatore di esperienza e di grande tattica. Il tecnico è reduce da un grande periodo positivo al Canicattini, squadra che ha condotto fino alla prima posizione in classifica nel campionato di prima categoria, facendo sognare l'ambiente giallorosso, che manca da diverso tempo al campionato di Promozione, fino a quando poi, lo scorso dicembre, i problemi societari hanno preso il sopravvento.

Adesso per Favara dovrebbe iniziare una nuova sfida che lo vedrà, molto probabilmente, alla guida della panchina gialloverde con al fianco Seby Zuccalà, lo scorso anno alla guida degli allievi regionali del Palazzolo.

Foto, fonte: Siracusa Live

Edoardo Brignone